Thailandia del Nord: 5 esperienze imperdibili

Ogni angolo della Thailandia è ricco di fascino. Il Nord offre il suo volto più autentico, da scoprire con curiosità e occhi pieni di stupore.

Basta osservare su un planisfero la forma geografica della Thailandia per scorgere facilmente le sembianze di un elefante, con tanto di proboscide distesa verso l’Oceano Indiano, a curiosare tra Birmania, Laos, Cambogia e Malesia. Scherzo della natura o simbolo di cosa rende noto il Paese? Sì, perché è proprio la natura l’emblema della Thailandia, così selvaggia, così rigogliosa.

E non c’è niente di meglio che addentrarsi nel Nord per conoscere il suo volto più autentico, dove natura e cultura si mescolano dando vita a un connubio unico al mondo. Infatti, se la sua posizione nel cuore dell’Indocina la rende versatile e ricca d’influenze culturali, la sua personalità è molto forte e distingue la Thailandia da tutti i suoi vicini.

Il volto dell’Asia più sorridente e meno turbolento ti aspetta per un viaggio nei contrasti, dove la frenesia della capitale Bangkok si combina perfettamente e in modo del tutto inaspettato con i centri più piccoli e spirituali e paesaggi ameni tutti da scoprire.

Ecco 5 esperienze da annotare sul proprio taccuino di viaggio.

night market

Rotolando verso… Nord

Che la Thailandia del Nord sia ricca di templi è risaputo, ma avete mai visitato un santuario degli elefanti? No, non si tratta di un luogo di devozione ai pachidermi, bensì di un centro di recupero dove vengono accolti gli elefanti cresciuti in cattività per poi essere reimmessi in natura. Nei pressi di Chiang Mai sono molti i luoghi destinati a questa attività. Chiang, infatti, in thailandese significa proprio “elefante“. Nei centri di riabilitazione non ci si limita solo ad ammirare da lontano gli animali nel loro habitat, ma ci si trasforma in dei veri e propri guardiani. Come? Preparando il loro cibo preferito, il bambù, sfamandoli e poi… dedicandosi a un bagno di fango, il loro passatempo preferito! Infine, un bel tuffo nella pozza di acqua pulita e poi pronti a giocare di nuovo. Mammiferi tanto grandi, quanto buoni.

Quando cala la sera, il Nord della Thailandia si prepara per i suggestivi Night Market: si tratta di mercati notturni che offrono artigianato locale, ma anche gioielli, giocattoli, stoffe di lino e seta, abbigliamento e un’infinità di altre cose, non ultimo il gustosissimo street food per una cenetta tipica. Oltre ai venditori ambulanti, si possono trovare artisti di strada intrattenere il pubblico con musica e spettacoli. Frequentare il mercato è un’esperienza folcloristica estremamente piacevole, ma ricordate: la contrattazione è la norma.

tom yum

La cucina Thai è caratterizzata da piatti semplici ma con forti componenti aromatiche e, ovviamente, piccanti! Le pietanze si differenziano molto tra una regione e l’altra. La cucina tipica del Nord, ad esempio, è ricca di piatti della tradizione “lanna” che risentono delle influenze del Myanmar e della Cina. Qualche specialità? Khao soi, una zuppa di spaghetti con curry e latte di cocco, tom yum, una zuppa piccante di gamberi e som tam, un antipasto con verdure fresche e papaya tagliata sottile. Che bontà!

La collina di Doi Mae Salong e i suoi dintorni offrono dei panorami spettacolari, grazie alle piantagioni di tè che caratterizzano il paesaggio e che, con la loro sinuosa conformazione, regalano una sensazione di pace assoluta. È facile, poi, scorgere le lavoratrici intente nella raccolta delle foglie: un’attività tutt’altro che rilassante, soprattutto se svolta sotto il sole. Ma il risultato della loro fatica è divino: è possibile infatti assaggiare tantissime varietà di tè e, se viene fame, gustare originali piatti sempre a base del pregiato infuso.

A nord, al confine tra Thailandia, Myanmar e Laos, i territori si incontrano, creando il famosissimo triangolo d’oro dove confluiscono i fiumi Ruak e Mekong e dove si abbracciano i tre Paesi. Un tempo il territorio era interessato dalla coltivazione del papavero da oppio, ma dagli anni ’70 le piantagioni sono state sostituite con caffè e tabacco. Oggi si può conoscere la storia della zona nell’interessante Museo dell’Oppio, ma vale spingersi fino a nord solo per il panorama che è davvero mozzafiato.

triangolo d'oro

Hai in programma di visitare la Thailandia? Costruiamo insieme il tuo itinerario!

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!