Il nostro viaggio in Baja California: cosa vedere

Due settimane in Baja California, fra mare, deserti, pueblos, cactus e balene!

Ecco a voi la nostra proposta per un viaggio attraverso una natura incontaminata, ricca di coste frastagliate e rocciose, di deserti che sembrano dissolversi nelle acque dell’oceano e di vulcani. E ancora: di villaggi coloniali, di missioni religiose, di gente allegra e ospitale, per non dire dei fondali corallini che perfino il grande Jacques Cousteau li definì “l’acquario del mondo”. Ci aspettano insomma tante emozioni, non ultima quella di avvistare le balene. Stiamo parlando di un viaggio in Bassa California – o Baja California, in spagnolo.

Si parte dall’Italia per raggiungere Tijuana, una città dall’atmosfera tipicamente messicana, con i suoi edifici storici e il suo arco monumentale. Ci prendiamo un po’ di tempo per la visita dell’interessante Museo de las Californias. Da qui si parte verso est, per la cittadina di Tecate, per la visita di un sito archeologico Vallecito, dove si trovano bellissimi esempi di pitture rupestri. Ma non solo, si potrà anche andare a curiosare nel birrificio della famosa birra Tecate!

Proseguiamo sulla strada che va da Tecate a Ensenada, la “Ruta del Vino” nella valle de Guadalupe. E, perché no, pernottiamo in una delle diverse aziende vinicole, per poi degustare il prezioso vino della zona. A Ensenada, dopo aver gustato i migliori Tacos di pesce, ci si ferma a la Bufadora, il geyser marino, uno dei più spettacolari al mondo.

Deserto della Baja California

In nostro viaggio in Baja California prosegue verso la Bahia de Los Angeles, lungo una strada che si snoda tra rocce granitiche di colore rosa, che spiccano in un paesaggio desertico e misterioso, ricco di cactus. Faremo sosta a Catavina, uno sperduto villaggio nel deserto. Si giunge infine nella splendida Bahia de Los Angeles. Da qui si prende la Carretera Transpeninsular alla volta di Guerrero Negro con le sue famose saline, le più produttive del mondo. Ogni anno, nei mesi invernali, si effettuano escursioni in barca per avvistare le balene che migrano dall’Alaska verso acque più calde per partorire i propri piccoli.

Balena grigia della Baja California

Da Guerrero Negro ci spostiamo fino a San Ignacio, una splendida oasi nel deserto del Vizcaino, nella parte centrale della Baja California. La chiesa in pietra lavica che adorna la piazza principale merita la sosta. Nei pressi di San Ignacio potremo fare un’escursione al vulcano spento “delle tre Vergini”. Si potranno anche avvistare dei bellissimi falchi pescatori. Tutta la zona fa parte della Riserva della Biosfera di El Vizcaíno, la più grande area protetta di tutta l’America Latina e Patrimonio Unesco dal 1993. E’ anche un’ottima base per escursioni in barca per avvistare le balene grigie.

Proseguimento per Santa Rosalia de Mulegè, dove visiteremo la missione. La strada prosegue quindi verso la costa arrivando a Loreto. Da Loreto non può mancare un escursione in barca a Isla Coronado per immergersi nei suoi fondali e nuotare fra pesci colorati e leoni marini. Rientriamo a Loreto per la visita della missione San Javier e la visita del Museo delle Missioni gesuite.

Si prosegue verso sud raggiungendo La Paz, tranquilla cittadina sul Golfo di California. Sicuramente imperdibile è l’escursione all’isola Espiritu Santo nel Mar di Cortes, riserva della biosfera dell’Unesco. Ci aspetta un fantastico snorkeling tra i coralli e i pesci multicolori. Il viaggio continua verso Todos Santos, un pueblo majico ricco di gallerie d’arte ed edifici storici, la cui atmosfera attira artisti da tutto il mondo.

La spiaggia dell'isola Espiritu Santu

Il nostro viaggio in Baja California termina a Cabo San Lucas, località sulla punta estrema della Bassa California, bagnata da un lato dall’Oceano Pacifico e dall’altro dal Mar di Cortes. Famosa per le sue spiagge e per le attività balneari – da non perdere lo snorkeling all”Arco de Cabo”, la località è nota anche per la vivace vita notturna. Invece, a San Josè del Cabo, la vita scorre più tranquilla, con la sua graziosa chiesa coloniale. Da vedere anche Cabo Pulmo, un piccolo villaggio circondato dal parco marino omonimo, un paradiso per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling, con l’unica barriera corallina del Golfo di California.

Siete quindi rimasti affascinati da questo viaggio e non vedete l’ora di partire? Contattateci, siamo a vostra disposizione per un preventivo senza impegno.

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!