Le vacanze digital detox per disconnettersi dalla tecnologia

Le vacanze digital detox per disintossicarsi dalla tecnologia sono sempre più richieste, consapevoli di quanto ne siamo schiavi nella nostra quotidianità. Scopri di che cosa si tratta.

Dopo mesi chiusi tra le mura domestiche dove le uniche finestre sul mondo sono stati gli schermi di pc e smartphone, è facile immaginare che la prossima vacanza sarà digital free.

Una tendenza – quella del digital detox – che già da qualche tempo interessa sempre più persone, stanche di essere schiave della tecnologia, e che negli ultimi anni sta abbracciando anche il settore del turismo, in un’ottica di vacanze lontane dai dispositivi digitali.

In cima alla lista dei desideri dei turisti troviamo infatti luoghi remoti, destinazioni all’insegna del relax e dell’equilibrio interiore, viaggi esperienziali, dove poter staccare la spina del computer… e della mente.

Noi, schiavi della tecnologia

tecnologia

Suona la sveglia, un check alle mail dal letto, a cui segue una rapida lettura delle notizie durante la colazione. Tempo di arrivare in ufficio tra le prime telefonate mattutine. Otto ore seduto alla scrivania davanti al pc, con il suono delle mani che digitano sulla tastiera. E la sera? Uno sguardo ai social, tra un like e una condivisione. Buonanotte… a no, dimenticavo. Devo impostare la sveglia. Sul telefono, però.

La nostra vita quotidiana è scandita da azioni la cui maggior parte include l’utilizzo della tecnologia. Un’abitudine spontanea, naturale e quindi difficile da debellare. Perfino in vacanza.

Ecco perché sempre più persone scelgono di imporsi un periodo più o meno lungo durante il quale lasciare fuori dalle proprie vite tutto ciò che non sia reale, tangibile. Una ricerca del qui e ora per vivere il momento e godere di ciò che ci circonda. Quante volte capita anche in viaggio di perdersi le bellezze dei luoghi perché intenti a scattare una foto acchiappa “mi piace” o a condividere con chi non è presente un ricordo su WhatsApp?

Le vacanze digital detox insegnano proprio questo: ad apprezzare quello che si ha, dimenticandosi di quello che – in quel momento – non è presente. E a scoprire come il profumo dell’aria si fa più intenso, il cibo riacquista nuovi sapori e i panorami si dipingono di colori brillanti.

relax

Un viaggio alla riscoperta dei luoghi… e di se stessi

Ma come seguire la filosofia del digital detox durante un viaggio? Ad esempio dedicando ai social network solo pochi momenti al giorno o scegliendo di tenere per sé le emozioni che si stanno vivendo, per raccontarle solamente una volta di ritorno.

Per aiutare in questa impresa (sì, perché di impresa si parla, considerando quanto le nostre abitudini radicate costituiscano una gabbia difficile da evadere) alcune strutture turistiche offrono pacchetti viaggio che includono percorsi per disintossicarsi dal virtuale e imparare a riappropriarsi del reale.

Vacanze dove la connessione internet è bandita, durante il giorno vengono organizzate attività a contatto con la natura e in cui – soprattutto – si impara a condividere l’esperienza con le persone che si hanno accanto. E non con quelle che ci sono, ma dietro lo schermo dello smartphone.

Yoga, passeggiate a cavallo, corsi di cucina, ma anche il semplice ozio sono solo alcuni dei modi per occupare il tempo durante una vacanza digital detox e per imparare a concentrarsi su se stessi, sulle proprie emozioni. E a bastarsi. Solamente tu e il mondo circostante.

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!