Turismo in sedia a rotelle: niente è impossibile

Chi è in sedia a rotelle e non vuole rinunciare a partire può farlo seguendo alcuni accorgimenti. Scopriamoli insieme.

Quando si viaggia capita di passeggiare per ore, instancabilmente, con gli occhi pieni di stupore per quello che ci circonda. Si attraversano sentieri impervi, strettoie, si salgono gradini, si percorrono chilometri quasi senza sentire la fatica. E spesso, quando ci si guarda indietro, ci si meraviglia per quanto distanti si è andati senza accorgersene.

Ma non per tutti è così. Ci sono persone le cui condizioni fisiche le costringono sulla sedia a rotelle, temporaneamente o, nei casi più gravi, per tutta la vita. Persone che, come noi, sono viaggiatori instancabili, che amano riempire il cuore di nuove esperienze e che non vogliono rinunciare a partire.

Per questo sempre più realtà si stanno evolvendo verso un turismo più accessibile, inclusivo, aperto a tutte le persone, per consentire a chiunque di godere delle bellezze del mondo.

Ma quali sono i consigli di viaggio per chi è in sedia a rotelle? Scopriamoli insieme.

sedia-rotelle

Alcuni consigli utili per chi viaggia in sedia a rotelle

  • Prima di scegliere la destinazione verso cui dirigervi, chiedete consiglio alla gente del posto, iscrivetevi alle associazioni di viaggiatori in sedia a rotelle per approfondire la situazione dei vari paesi e comprendere se il viaggio sia sostenibile oppure no.
  • Comunicate la vostra condizione alla compagnia area già dal momento della prenotazione. Questo vi consentirà di ricevere l’assistenza necessaria affinché possiate vivere il volo in tutta tranquillità, dal momento del check in fino all’arrivo.
  • Impiegate tempo nella ricerca degli alloggi più accessibili, senza barriere, e verificate che siano effettivamente così, per non incorrere in brutte sorprese.
  • Acquistate una buona assicurazione di viaggio che vi protegga contro eventuali imprevisti e che vi garantisca supporto in caso di bisogno.
  • Dotatevi di grande spirito di adattamento perché purtroppo, ancora oggi, molte realtà non prendono in considerazione le esigenze delle persone in sedia a rotelle e a volte vi troverete a scendere a compromessi o a modificare il vostro itinerario di viaggio. Ma si sa, l’imprevisto fa parte dell’avventura 😉

singapore

I luoghi più accessibili

Per chi viaggia per la prima volta in sedia a rotelle, sarebbe bene che la scelta ricadesse su una città, piuttosto che su un itinerario on-the-road con molti cambi di destinazione.

Ma una volta presa dimestichezza con gli spostamenti e accolto lo spirito d’avventura, non ci sono controindicazioni a partire in direzione di mete più complesse. Come ha fatto Simona che, nonostante la sclerosi multipla, non ha rinunciato alla sua grande passione per i viaggi e a visitare il mondo, tra America, Brasile e India.

Alcuni suggerimenti di destinazioni facilmente accessibili?

Barcellona, con i suoi ampi viali, il lungomare e molte attrazioni prive di ostacoli. Londra, da visitare in autonomia con i bus e i taxi accessibili in sedia a rotelle. Berlino, che da città avanguardista com’è, pone particolare attenzione a tutti i tipi di viaggiatori, offrendo anche un’ampia proposta di alloggi.

Spostandosi più lontano, la scelta può ricadere su Singapore, metropoli futurista e curata in ogni dettaglio, a partire dall’assenza di barriere architettoniche nei principali luoghi di interesse. Oppure su Sydney, una delle migliori destinazioni al mondo per viaggiatori con mobilità ridotta.

Che cosa aspetti a partire? Prenota il tuo prossimo viaggio con Viaggi di Alegio!

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!