Viaggi a due: consigli “salva-coppia”

Segreti e consigli per tutte le coppie che desiderano intraprendere la bellissima e misteriosa strada del viaggio.

Sapevi che il viaggio e il contatto con la natura sono riconosciuti, anche a livello scientifico, come attività che migliorano la salute mentale e il benessere psicologico? Ovviamente ogni viaggio è lecito: che si arrivi dall’altra parte del mondo o che si organizzi una semplice gita fuori porta, l’importante è interrompere la solita routine, stimolarsi, vivere un’esperienza. Sarà facile, una volta tornati a casa, sentirsi pieni di energia, rilassati e, chissà, magari più leggeri.

E se viaggiare è un ottimo modo di evadere dalla quotidianità e ricaricare le energie, in coppia diventa un’esperienza ancora più totalizzante che aiuta a consolidare il rapporto: si trascorre più tempo insieme e ci si può dedicare solamente alla dimensione “a due”.

Con il viaggio le persone imparano a conoscersi, emergono le fragilità, ma anche la forza, la pazienza e l’altruismo: tutte cose che permettono all’altra persona di continuare a stupirci, anche dopo tanti anni insieme.

Al contrario, però, molte persone considerano il viaggio di coppia come causa di forte stress e, nei casi più estremi, di rottura.

Ecco perché desideriamo suggerirvi alcune piccole accortezze per rendere il viaggio di coppia più semplice e indimenticabile.

ITINERARIO

5 consigli da annotare

Scegliere insieme l’itinerario

Decidere insieme la meta, l’alloggio, i musei da visitare o altre infinite attività che si possono organizzare in viaggio è un aspetto importante. Non si può pensare di addossare questo compito totalmente al partner, soprattutto perché, se si tratta di un viaggio di coppia, la collaborazione è alla base. Come si dice? “Il viaggio inizia quando cominci a programmarlo” e farlo in due sarà ancora più stimolante. E poi iniziare a viaggiare con la mente prima ancora di partire, e farlo insieme, è una dichiarazione d’amore eterna, bellissima, e il viaggio non potrà che iniziare e finire ancora meglio.

Scendere a compromessi

Parti dal presupposto che è molto difficile che a entrambi piacciano le stesse cose. Se il tuo partner ama il brivido e desidera lanciarsi con il paracadute, non ti consigliamo di buttarti con lui se proprio hai paura, ma di assecondare la sua passione e sostenerlo in questa attività. Lui farà lo stesso quando vorrai assolutamente assaggiare quelle cavallette fritte… o almeno speriamo. Il compromesso non è un gesto di debolezza, ma un modo per dedicarsi alla felicità degli altri. Questo è sicuramente il consiglio più importante quando si viaggia in coppia, soprattutto perché, senza compromesso, probabilmente non ci sarebbe nessuna partenza.

Organizzare una cassa comune

Fissare un budget preciso è la prima cosa da fare per iniziare a programmare l’intero viaggio, anche perché sarebbe inutile organizzare un volo in elicottero se il suo costo è al di fuori delle proprie finanze o di quelle di uno dei due. Una volta chiarito l’aspetto economico, sarà molto più facile scegliere la destinazione, gli alloggi e tutto il resto. Prima della partenza create una cassa comune dalla quale attingerete per tutte le spese del viaggio, senza ogni volta dover dividere il conto. Avere una cassa comune vi aiuterà poi a gestire meglio le situazioni impreviste e, soprattutto, a tenere monitorate effettivamente le spese.

OTTIMISMO IN VIAGGIO

Assecondare gli interessi di entrambi

Un eccellente sistema per viaggiare in coppia senza divergenze è sicuramente quello di scegliere un’attività che piaccia a entrambi costruendoci intorno l’intera vacanza. Vi piace sciare? Benissimo: si parte con gli sci. Amate il cibo? Ottimo: un bel tour culinario nel Sud-Est asiatico. Non spaventarti, però, davanti a nuove esperienze, ma anzi, cogli l’occasione e buttati, prova, sperimenta. Magari potrai scoprire una nuova passione in grado di unirvi ancora di più. Ovviamente le proposte devono arrivare da entrambe le parti, questo perché è importante condividere esperienze da ricordare in futuro con gioia.

Gestire gli imprevisti con ottimismo

Sorridere quando scopri che l’aereo ha un ritardo di 12 ore, che il treno è stato soppresso o che non ci sono posti in cui mangiare a distanza inferiore di qualche chilometro non è assolutamente facile… ma, ahimè, gli imprevisti in viaggio possono capitare. L’unico modo per risolverli è con una dose di pazienza e, perché no, di allegria, che non guasta mai! Tieni sempre a mente il motivo che ti ha spinto a voler partire; perciò, rilassati perché non c’è nulla di cui aver paura… per fortuna sei in ottima compagnia!

Consiglio Bonus

Riduci al minimo lo stress e rivolgiti a un’agenzia viaggi per stupire la tua dolce metà con il prossimo viaggio!

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!