La regione di Mendoza: la terra del vino argentino

Vino, ande e deserti in un luogo meravigliosamente inaspettato: la regione di Mendoza offre un volto inedito dell’Argentina tutto da scoprire.

L’Argentina è sempre una buona idea per coloro che sono alla ricerca di esperienze diversificate da vivere durante un unico viaggio. Da Buenos Aires, alla Patagonia, passando per le Pampas, ogni zona del Paese offre bellezze inaspettate, di fronte a cui è difficile rimanere impassibili.

Ma oltre ai classici, il territorio nove volte più grande del nostro e riconosciuto come uno dei più estesi al mondo offre numerose altre attrattive. E non è difficile immaginarlo. Una di queste è la poco nota regione di Mendoza, la terra del vino argentino.

Un viaggio in Argentina è difficile da improvvisare. Necessita conoscenza e organizzazione: solo così sarai certo di non perderti luoghi affascinanti che custodirai per sempre nel tuo cuore come un tatuaggio indelebile, impossibile da cancellare.

vigneto mendoza

Vigneti a perdita d’occhio

Situata nella parte occidentale del Paese, la regione di Mendoza prende il nome dall’omonima città conosciuta per la sua bellezza ammaliante, il suo clima mite e la quantità del verde che la circonda, per non parlare dell’ottimo stile di vita. È anche la porta di accesso al Cile, essendo situata a pochi chilometri di distanza dalla capitale Santiago: un’occasione per spingersi fino alla vicina nazione.

Ma la regione di Mendoza è soprattutto famosa per i suoi 150.000 ettari di vigneti che la rendono la prima regione vinicola dell’America Latina. Il motivo del suo successo sono i suoi famosi vitigni: protagonista della produzione locale è il Malbec, ma anche il Merlot, il Sauvignon, il Syrah e lo Chardonnay. Ad ogni modo, basta recarsi nella provincia a inizio marzo per assistere alla Vendimia, la festa della vendemmia che dà il via alla stagione produttiva.

Per chi si reca a Mendoza per la prima volta, è possibile compiere un tour delle vinerie in bicicletta percorrendo un circuito di circa 20 chilometri con tappe per la degustazione. Potrai affittare la bici e spostarti autonomamente, oppure unirti a una visita guidata che ti racconterà tutti i segreti e le storie legate alle singole vinerie che hanno reso famosa la regione. Tornerai a casa con una conoscenza più approfondita della storia viticola del Paese.

Aconcagua

Non solo vino

Anche chi non è appassionato di vino potrà apprezzare la regione di Mendoza che offre paesaggi incantevoli ed esperienze uniche.

La città di provincia, ad esempio, è la base di partenza per coloro che amano l’alta montagna e che vogliono intraprendere un trekking alla volta dell’Aconcagua: la montagna più alta dell’emisfero meridionale e di tutta l’America. Il clima e la bellezza del paesaggio circostante invogliano chiunque ami gli sport estremi di montagna a partire subito per avventurarsi su questa vetta.

Un’altra attrazione da non perdere nella regione è Puente del Inca, un particolarissimo arco naturale dal caratteristico colore giallo ambra, creato naturalmente a causa dei depositi sedimentari. Si trova a 2.700 metri sul livello del mare e costituisce l’ingresso principale del Parco Provinciale Aconcagua. Insieme a un centro termale abbandonato, il Puente del Inca rappresenta un’attrazione davvero spettacolare, assolutamente imperdibile.

Puente del Inca

Un’altra importante provincia legata ai successi della regione è sicuramente San Juan, dalla posizione remota e caratterizzata da ricche vallate protette dalla Cordillera delle Ande, rese fertili da fiumi e ruscelli. La zona possiede una geografia particolare che offre la sensazione di trovarsi in un luogo totalmente remoto, lontano da tutto ciò a cui normalmente si è abituati. È difficile infatti incontrare turisti, e il contatto con la gente del posto renderà l’esperienza ancora più autentica.

Che cosa aspetti? Prenota un viaggio in Argentina e goditi un calice di vino accompagnato dall’asado, con splendida vista sulla natura di Mendoza.

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!