Un viaggio in Sudafrica, molte emozioni da vivere

Magnifico itinerario di due settimane, comprendente tutti gli aspetti e le esperienze che un viaggio in Sudafrica può offrire.

Un terra ricca di magia, di profumi, di suoni e paesaggi mozzafiato. Se ormai più nulla riesce a stupire, allora è il momento di partire, verso una destinazione, che oltre ad emozionare, arricchisce il cuore e l’anima. Partiamo quindi per il nostro viaggio in Sudafrica, nell’estremità africana dell’emisfero australe.

Città del Capo e dintorni

Il nostro viaggio inizia a Città del Capo, una città che negli ultimi anni ha avuto un grande sviluppo turistico e commerciale.
Fondata nel lontano 1652, oggi offre diversi quartieri alla moderni e alla moda accanto a quelli coloniali. Il vero fulcro della vita cittadina è comunque il Victoria & Alfred Waterfront, zona vivace che si snoda intorno al porto, con negozi, ristoranti e locali. A Città del Capo ci fermiamo tre/quattro giorni. Visiteremo l’antico Castello di Buona Speranza risalente al 1666, il museo di Robben Island dove Nelson Mandela è rimasto incarcerato per 18 anni e Bo-kaap, il pittoresco quartiere malese con le sue casette colorate. Avremo modo di prendere un po’ di sole su alcune spiagge bellissime come quelle di Clifton e Camps Bay. Potremo fare qualche passeggiata nei sobborghi più aristocratici di Bishopscourt, Costantia e nel Kirstenbosch Garden, il bellissimo giardino botanico ai piedi della iconica Table Mountain. Saliremo infine su quest’ultima con la funivia per ammirare un fantastico panorama su tutta la regione.

Citta del Capo V&A Waterfront

Il viaggio prosegue fuori città, lungo la penisola del Capo, per raggiungere il famoso Capo di Buona Speranza. Saliremo fino al punto di osservazione del faro di Cape Point. Ci fermeremo sulla spiaggia di Boulder Beach, luogo di insediamento della simpatica e numerosa colonia di pinguini africani. Infine sosteremo nella baia di Hout Bay, da dove in barca si raggiunge la festosa colonia di otarie.

Emozioni lungo la Garden Route

Il nostro viaggio in Sudafrica continua lungo la famosa Garden Route, ovvero lungo la strada che parte da Città del Capo e, seguendo la costa meridionale del continente africano, arriva fino a Port Elizabeth. Verremo rapiti da un panorama davvero ineguagliabile, con l’alternarsi di coste frastagliate, scogliere, baie ed insenature a picco sul mare.
La prima tappa è il piccolo villaggio di Hermanus, che tra giugno e novembre diventa una delle località più famose per il Whale Watching, ovvero per l’avvistamento delle balene, che si avvicinano alle coste per dare la vita ai loro piccoli. Una breve deviazione fino a Gansbaai ci permetterà di imbarcarci su di un battello attrezzato alla ricerca dell’animale più temuto e affascinante della terra, il grande squalo bianco.

Garden Route

Da Hermanus partiamo alla volta di Oudtshoorn nella regione del Little Karoo, località famosa per gli allevamenti di struzzi. Non potrà mancare una visita ad un tipico allevamento per conoscere da vicino questi buffi animali. Nei pressi di Oudtshoorn visiteremo le grotte di Cango e proseguiremo per Knysna, cittadina rinomata per la sua splendida laguna. Da qui partiremo per un’escursione nella Featherbed Nature Reserve, che si raggiungerà con un breve passaggio in battello. Potremo ammirare bellissimi panorami, non solo sulla laguna, ma anche su di un ampio tratto di costa oceanica con incredibili archi e grotte naturali.
Da Knysna proseguiremo il viaggio verso Port Elizabeth con alcune soste lungo il percorso: Plettenberg Bay, Tsitsikamma National Park e, per gli audaci, Bloukrans Bridge per un salto di bungee jumping fra i più spettacolari al mondo.

Mpumalanga, la “Svizzera sudafricana”

Dopo un breve volo da Port Elizabeth a Johannesburg, il nostro viaggio in Sudafrica prosegue per quella regione che viene definita la “Svizzera sudafricana”, il Mpumalanga. Da qui si snoda la famosa Panorama Route, una strada ricca di panorami di rara bellezza. Un susseguirsi di montagne e canyon, cascate e corsi d’acqua, villaggi, campi di avocado e piantagioni di banane.

Mpumalanga viaggio in Sudafrica

Qui pernotteremo un paio di notti per scoprire i punti più belli da vedere: il Blyde River Canyon, il terzo canyon più grande al mondo, la God’s Window “Finestra di Dio”, da dove ammirare tutta la vallata sottostante. Non mancherà anche una visita al Pilgrim’s Rest, dove fu scoperto il primo filone d’oro in Sudafrica.

I grandi animali: Parco nazionale Kruger

Alle prime luci dell’alba partiamo per il Parco nazionale Kruger. Un safari nel Kruger è un’esperienza davvero emozionante. Nel bush vivono più di 147 specie differenti di mammiferi, tra cui i più ricercati, i cosiddetti Big Five: elefanti, leopardi, leoni, bufali e rinoceronti. Molto facilmente ci capiterà di diventare spettatori di una delle leggi più brutali che esistono in natura: ogni animale è pronto a battersi, difendersi e a sua volta a cacciare, per poter sopravvivere.

Bufali al Kruger Sudafrica

Pernotteremo due o tre notti nel Parco. Anche la notte sarà molto suggestiva: sotto il cielo stellato si può essere svegliati dal ruggito di un leone o dal barrito di un elefante, o ancora dai passi di un rinoceronte. Ogni attimo è un susseguirsi di grandi emozioni.
Il nostro viaggio in Sudafrica è giunto al termine. Dall’aeroporto del Kruger ci attendono i voli per il rientro in Italia.

Vi va di provare questo viaggio con noi? Contattateci per telefono, mail, o compilando il form qui sotto. Meglio ancora, se siete a Milano veniteci a trovare*, vi aspetta una piacevole sorpresa!

*avvisateci prima di passare

Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!