DESTINAZIONE LAOS

Cari amici di Ale e Gio, per raccontarvi il Laos, vorremmo che vi immaginaste l’Asia senza contaminazione alcuna.

I monaci, i templi, la natura e i ritmi che rendono l’Asia il paese del tempo perduto nell’immaginario collettivo, vivono ancora oggi nel Laos.

laos

Il Laos, infatti, non è uno dei paesi più conosciuti quando si parla di Asia. La sua storia vuole che, dopo il dominio coloniale tra il 1887 e il 1954, il Laos si è preso una pausa dal resto del mondo.

Vietnam, Laos e Cambogia, infatti, insieme al Kwangchowan cinese (una piccola penisola a Est del Vietnam), componevano un mosaico territoriale dominato dal governo asiatico francese.

Rispetto agli altri paesi, solo nel 1991 il Laos ha aperto le porte a turismo e all’arrivo dell’uomo occidentale, in netto ritardo rispetto ai paesi limitrofi. Questo rallentamento ha permesso al Laos di rimanere più vero, autentico e più fedele alla sua identità rispetto agli altri paesi dell’Indocina Francese.

laos

Il Laos è il paese che accontenta le nuove esigenze del turismo

Il Laos non ha sbocchi sul mare e vive in simbiosi con il fiume Mekong che lo attraversa completamente. Il nord è prevalentemente montuoso e abitato da diverse etnie autoctone. La superficie montuosa è pari al 70% del suo territorio, che corrisponde a circa 237mila chilometri quadrati (una superficie poco più piccola della Romania).   A sud altipiani, pianure e isole nel fiume danno un aspetto geomorfico più regolare e uniforme, grazie alle valli alluvionali e alle fertili pianure.

Ben il 14% del suo territorio è coperto da 20 aree naturali protette, sia a nord che a sud. Ciò lo rende perfetto per chi desidera vivere un’ esperienza esotica ma comunque legata all’eco-turismo e a vivere un’avventura che protegge e tutela l’ambiente.

laos

Laos e aree protette: il meglio della natura asiatica in mezzo a templi buddisti

Delle venti aree protette del paese, ce ne sono alcune molto importanti dal punto di vista della bio-diversità. A nord, il parco nazionale di Nam Ha, nella regione del Bokeo, presso il confine con la Cina, è un sito protetto UNESCO ed è famoso per la presenza di tigri, elefanti e guar (bue delle giungle).

A soli 40 chilometri da Ventiane, la capitale, è possibile vivere un assaggio di giungla a due passi dalla civiltà e, se si è fortunati, vedere l’orso asiatico e il leopardo maculato. Tutto presso l’area protetta nazionale di Phou Khao Khuay. 

laos

Templi buddisti, grotte e misteri: tutto questo è Laos!

Logico che anche i templi e i luoghi di interesse unici al mondo contribuiscono a fare del Laos un luogo dal fascino unico. A Luang Prabang è protagonista l’architettura religiosa buddista, con ben 32 templi, uno più maestoso dell’altro.

Da menzionare per il mistero che ancora le avvolge, la piana delle giare, che copre la piana di Phonsavan. Ognuna di esse pesa 600 chilogrammi e ancora non è chiaro cosa ci facciano disseminate per un terreno così vasto.

Altro luogo di sicuro interesse sono le grotte di Kanglor, scavate nel sottosuolo dal fiume Hin Bun, nelle colline carsiche del Laos centrale.

Che dire, amici: il Laos è la meta perfetta per coloro che vogliono vivere l’Asia più vicina alle sue origini.

Affidatevi ai nostri consigli e scegliete il vostro itinerario. Noi trasformeremo i vostri desideri in una realtà magnifica, da ricordare per sempre!

Itinerari:

Viaggio in Laos, monaci a Luang Prabang

Viaggio in Laos e Cambogia, cosa vedere di unico

Un viaggio di due settimane alla scoperta di luoghi ricchi di spiritualità, cultura e arte. Pubblicato il 30 Ottobre 2018
Ti interessa un viaggio come questo?
Contattaci!